<<back

 

 

LI CHIAMANO POETI

 

Sono operai

che fabbricano lamenti

li chiamano poeti

appendono parole

al sottile filo

del destino

impastano dolori

per un pane amaro

a una societÓ

che ha sete di potere

 

Sono vele al vento

che hanno perso il mare

e si impigliano

nell'ombra dell'anima

 

Li chiamano poeti

per una gara

a sputar dolori

pi¨ distanti

soavi

con meno rumori

 

Li chiamano poeti

custodi

e cantori

degli archivi dei vomiti

pieni di cuori

che si fermarono

per le fatiche

dell'inseguire

un accoppiamento

fatto passare

per abbelire

le bestialitÓ

per

....amore.....

----------------------------------------------

Michael Santhers- dal volume: "silenzi che hanno parlato al vento"

back to top
 

MICHAEL SANTHERS POETA