<<back

 

BELLA SIGNORA

Bella Signora
il cielo ti regal˛ due zolle di celeste
e in gioia ti ammalasti di vanitÓ
ora sfiduciata agli specchi di casa
ti mendichi riflessa
in tutte le vetrine
e affamata di consensi
a rubarli in sguardi smarriti
che assorbono freddi la figura
senza darti emozioni e allora
ti diverti a infilzare
coi tuoi tacchi a spillo,cuori zoppi
palline di un rosario folle
in recita a te sola
e le gambe perfette
che la mente sente
da ballerina infortunata
non reggono l'equilibrio
soggiocato
-Ŕ inutile cercarti in specchi
variabili al tuo umore
fragile e impetuoso,
nessuno troverÓ chi si perde
nelle infinite anime finte
--------------------------------------------
Da:Pietre e Utopie

 

back to top
 

 

Michael Santhers-da:Pietre e Utopie
MICHAEL SANTHERS POETA