<<back

 

 

 

MOTEL 4 

Cocktail
violenti profumi
arresi a Flit e DDT
annidati in narici
di crocefissi sudati
stoccafisso di remore

-Dita superstite a mani monche
tacchi a spillo
suonano tasti di mattonelle
echi di deliri in canne-corridoi,
ansimi e lamenti del vizio tenore

-Rose sfogliate
lingue di cane,lenzuola
sindone di parrucche e denti

-Burocrate sommario
piromane di carni
il portiere
arrotola banconote
soffietto di brace

-Lavagna di seme
la notte assorbe amplessi
cancellati dal giorno

-Puttane
discariche peccato
di figli virtuali

-Motel
oasi d’inferno bigotto
disseta nell’anima
......istinti
------------------------------
Da:Sorrisi Pignorati

 

 

back to top
 

MICHAEL SANTHERS POETA