<<back

 


PIOGGIA

Questa pioggia sottile
come il filo dell'esca
di pesci addestrati all'inganno
cade su vite al risveglio
su morti che chiudono trame
lasciando scorrere sull'ultimo fiato
i titoli di coda
sullo schermo del tramonto
appeso alle macerie
degli anni passati
in punta di piedi
col solo rumore di idee
sempre intente a vegliare
scapestrati amori del cuore

Si bagnano i piedi
distraggono,attirano
le mire degli occhi
fusi col vuoto voluto
per ospitare i soli inquilini
le stanche illusioni aggiustate
e finite col fiato-invettive
ora pianto di nuvole nere
che ravviva germogli
confonde chi esce per strada
e guarda in alto quest'olio di nervi
che riduce l'attrito
tra vento e sconforto
sperando che indenne
lasci filtrare
qualche messaggio
positivo
......di Dio...............
---------------------------------
Michael Santhers-dal volume:Voci dall'inferno

 

back to top
 

MICHAEL SANTHERS POETA