<<back

 

ORIENTE
 

In immobili vite
si frantuma il cuore
al richiamo di viaggi
per luoghi d'incanto
di albe orientali
nella calma serafica
imbalsamata
da gesti compunti
di monaci Buddisti
che cucinano silenzi
da offrire
al suggerimento
di voci interiori

Intensi colori sgargianti
armonizzano occhi
nel connubbio soave
tra sfarzi e miserie
e millenari sorrisi

Donne vestite di fierezza
liberano infinite dolcezze
nel tempo che non esiste

Oriente
limbo di pace
e fiato d'armoniche
e suoni
che chiami i miei passi
per sale d'attesa
di precarietÓ felici
mai misurate
mai scosse
da lancette di rughe
---------------------
Michael Santhers-da:Soste precarie
 

back to top
 

MICHAEL SANTHERS POETA