<<back

 

 

SINDACATI

Lontano nel tempo
che non contava
umani dolori
fecero
qualche cosa
tolsero i confetti ai porci
per dare fine allo
smoderato
ingrasso
e sui calendari
con virgola a gonfiarsi
segnarono la luna
con
rispetto come
a una donna incinta
con scadenza ad aprir
porta a nuova
vita
-Compiacenti gli animali
si tolsero i pidocchi
e assaltarono le
carni
indebolite e tra bestie
si riequilibrarono le sorti
-Tali arbitri
a veglia
del rischio di bare partite
coi fratelli trascurati
dall'occhi
celeste
li chiamarono SINDACATI
ma ogni gioco che sfocia
in battaglia
ha bisogno
di un bottino
a sorreggere il clamore
degli allori
perciņ
gli angeli
dei lavoratori rimpiansero
gli avanzi dei satolli
e
lasciarono la misera ciotola
dei cani liberati
...corrotti sotterrarono
gli ideali e accettarono
l'invito all'angolo di tavola
dove il salto č
breve
alle leccornie
-I padroni ringraziarono
per gli scalpi al
sacrificio
tolti alla silenziosa muta
di...operai.........
------------------------------
Michael Santhers-da:Voci scomode

 

back to top
 

MICHAEL SANTHERS POETA