<<back

 


LA POESIA

 

Non ho pi¨ voglia

di scrivere poesie

addolcire con finzioni

le barbarie

partecipare con l'occultamento

alle denigrazioni in atto

della veritÓ

 

Non sempre miele

le parole a volte sono spari

possono riverire il Santo

o l'annientamento

il segreto Ŕ...la sinceritÓ

fusa alle armonie

 

La poesia ormai Ŕ come la torta

a un compleanno ci deve sempre stare

ma tutti la evitano per tenersi magri

oppure le imputano

dopo l'estremo satollo perdurante

unica causa ad appesantire il sangue

 

I versi sono gocce d'acqua

di effetto placebo

oscuri ruffiani in altre vesti

a far sposare zitelle lacrime

ad altrui lamenti

 

Emozioni...Ŕ l'alibi d'inchiostro

di noi rapaci a caccia di consensi

che a volte sono fumo al vento

ma inebrianti all'egoismo

 

La poesia

Ŕ un attricetta di periferia

persa in vanitÓ

fa finta di puntare al cielo

ma sogna di oziare riverita

in una pagina

oltre la biologica figura

depennata dall'anagrafe

ma la storia Ŕ una dogana

vuol vedere le ferite del cuore

speso sincero per altrui dolori

e lei nel baro esibirÓ

un cuore di capra tagliuzzato

e il timbro sarÓ...ANONIMA....

--------------------------------------------------

Micahel Santhers-da:Vetriolo

 

back to top
 

MICHAEL SANTHERS POETA