<<back

 

 

PROFESSOR VONFRUSTEN

 

Scienziato Tedesco

io cavia all'operazione

asportare al cervello

la moolecola dell'amore

stanco di farmi abitare

da una figura che nemmeno

saluta mi parla

 

Il luminare mi diede garanzia

esser felice facendo a meno

forzare i denti al sorriso

sarai un orologio

senza sobbalzo alle ore

e le stagioni ininfluenti sul cuore

forniranno solo più a lungo

misura del tempo

e d'esso solo una futile gerarchia

 

Mi sottoposi all'operazione

e al mattino seguente

come rinato,leggero

col cranio fasciato

sentii il riposo degli occhi

insensibili al circostante

quando ad un tratto al canto

di un merlo associai

al suo nero piumaggio

i neri capelli di seta dell'oggetto

prefisso alla dimenticanza

fonte del mio tormento

e la rividi nella sua selvaggia

malvagia bellezza al che sgomento

un urlo diede una spallata alla bocca

e il respiro chiese aiuto alla saliva

 

Il professore intervenne

e con voce rauca asserì

....è troppo tardi

ho cacciato la donna dal sangue

dimentico che si era già

impossessata dell'anima

 

Si allontanò

e dopo qualche minuto sentii

uno sparo...accorsi

e vidi l'uomo riverso

in una pozza di sangue

e alla morsa di mano una foto

capii era un suo ricordo

e  che io ero solo un ultimo

tentativo di sperimentare

ad estirpare il suo male

----------------------------------------------------

Michael Santhers-da:Vite tremule

 

back to top
 

MICHAEL SANTHERS POETA